La maturazione dell’impasto e’ un concetto fondamentale ed importante per poter offrire una pizza di qualità, più leggera, più buona e soprattutto assolutamente più digeribile.

La bontà della pizza si misura in principal modo per un buono impasto,con farine selezionate e ricercate.

I prodotti di farcitura di prima scelta , la stesura della pizza ed un ottima cottura sono elementi importantissimi ma secondari rispetto ad un ottimo impasto che raggiunge una buona maturazione.

Per ottenere un impasto con buona “Maturazione ” occorrono minimo 24/36 ore a lenta lievitazione.Tenendo presente che questi tempi di maturazione dipendo anche dal tipo di farina che si utilizza.

Il nostro impasto infatti vanta una lievitazione di almeno 24 ore.
Per capire i motivi per cui la pizza a lunga lievitazione è molto più digeribile e gustosa,
é necessario tenere presente la differenza tra lievitazione e maturazione.La lievitazione è l’aumento di volume dell’impasto dovuto all’azione del lievito, che fermentando gli zuccheri presenti nella farina, produce anidride carbonica sotto forma di bollicine che rimangono intrappolate nella struttura dell’impasto, mentre la maturazione racchiude tutti i processi che si attivano dopo aver realizzato lo stesso.Infatti, durante questo periodo, strutture complesse che si trovano nella farina, come  zuccheri e  proteine, vengono scomposte in elementi più semplici.

Facendo lievitare l’impasto per poche ore andremo ad infornarlo quando il processo di maturazione non sarà per niente concluso, e la pizza risulterà meno digeribile.
Diventa fondamentale quindi aumentare i tempi di lievitazione cosi da poter anche diminuire la quantità del lievito da mettere nell’impasto.

La pizza a lunga lievitazione oltre ad essere più buona e più digeribile è anche notevolmente più sana.